1

cittametropolitana.ve.it
 
Home trasporto pubblico locale
Agevolazioni tariffarie:
Moduli di domanda
Legislazione
Facsimile attestati
Sanzioni amministrative


TRASPORTO PUBBLICO LOCALE: AGEVOLAZIONI TARIFFARIE

AGEVOLAZIONI PER FASCE DEBOLI D'UTENZA DEL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE
Per informazioni:
Ivano Modenese ivano.modenese@cittametropolitana.ve.it
Sandra Martinuzzi sandra.martinuzzi@cittametropolitana.ve.it
Roberta Folin roberta.folin@cittametropolitana.ve.it

informazioni telefoniche: LUN 09.00-13.00 e MERC 9.00-13.00: tel. 041 250 1263-1933 - 1112
I richiedenti possono accedere agli uffici della Città metropolitana solo previo appuntamento negli orari sopra riportati concordato con i referenti sopra citati.

La Città Metropolitana di Venezia rilascia ai cittadini residenti in uno dei Comuni della Città metropolitana di Venezia tessere di riconoscimento che consentono l'acquisto di abbonamenti a tariffa agevolata presso tutte le Aziende di trasporto pubblico locale del Veneto (autobus e vaporetti).
La tessera ha validità decennale e consente di acquistare, presso le Aziende di trasporto, abbonamenti per qualsiasi rete urbana o linea extraurbana di interesse pagando il 20% del prezzo ordinario. Per le categorie: Cavalieri di Vittorio Veneto, mutilati ed invalidi di guerra, mutilati ed invalidi per servizio, il prezzo dell’abbonamento è pari al 5% del costo corrispondente all'abbonamento ordinario.

Ulteriori o diverse agevolazioni possono essere previste dai Comuni per i propri residenti (Abbonamento gratuito per residenti nel Comune di Venezia) o dalle Aziende di trasporto (ACTV - ATVO)

Possono ottenere tale tessera coloro che appartengono alle seguenti categorie, individuate dalla legge regionale n. 19/96:


INVALIDI CIVILI
con grado di invalidità riconosciuto non inferiore al 67% e con trattamento economico riconosciuto per l'invalidità non superiore a tre volte l'ammontare del trattamento minimo del Fondo pensioni lavoratori dipendenti con esclusione dell'eventuale indennità di accompagnamento.
  tariffa ridotta al 20%.


INVALIDI DEL LAVORO
con grado di invalidità riconosciuto non inferiore all'80%, senza limiti di trattamento economico riconosciuto per l'invalidità, con accompagnatore se titolari di indennità di accompagnamento;
  tariffa ridotta al 20%


INVALIDI DEL LAVORO
con grado di invalidità riconosciuto non inferiore all'67% e inferiore all'80%, con trattamento economico riconosciuto per l'invalidità non superiore a tre volte l'ammontare del trattamento minimo del Fondo pensioni lavoratori dipendenti con esclusione dell'eventuale indennità di accompagnamento;
     tariffa ridotta al 20%.


INVALIDI DI GUERRA
dalla 1^ alla 8^ categoria senza limiti, con accompagnatore per gli invalidi della 1^-2^-3^ categoria se titolari di indennità di accompagnamento;
  tariffa ridotta al 5%.


INVALIDI PER SERVIZIO
dalla 1^ alla 8^ categoria senza limiti, con accompagnatore per gli invalidi della 1^ categoria se titolari di indennità di accompagnamento;
     tariffa ridotta al 5%.


CIECHI CIVILI ASSOLUTI
con accompagnatore se titolari di indennità di accompagnamento;
     tariffa ridotta al 20%.


CIECHI CIVILI PARZIALI
con residuo visivo non superiore a 1/10 in entrambi gli occhi, con trattamento economico riconosciuto per l'invalidità non superiore a tre volte l'ammontare del trattamento minimo del Fondo pensioni lavoratori dipendenti con esclusione dell'eventuale indennità di accompagnamento, con accompagnatore se titolari di indennità di accompagnamento;
     tariffa ridotta al 20%.


SORDOMUTI
con trattamento economico riconosciuto per l'invalidità non superiore a tre volte l'ammontare del trattamento minimo del Fondo pensioni lavoratori dipendenti con esclusione dell'eventuale indennità di accompagnamento;
   tariffa ridotta al 20%.


MINORENNI PORTATORI DI HANDICAP TITOLARI DI INDENNITA' DI ACCOMPAGNAMENTO
prevista dall'art. 1 della legge 11 febbraio 1980 n. 18, con i rispettivi esercenti la patria potestà. Per farsi accompagnare da persona diversa, non indicata nella tessera di riconoscimento, il minorenne dovrà acquistare un secondo titolo di viaggio agevolato;
     tariffa ridotta al 20%.


MINORENNI PORTATORI DI HANDICAP  TITOLARI DI INDENNITA' DI FREQUENZA
, prevista dall'art. 1 della legge 11 ottobre 1990 n. 289, con i rispettivi esercenti la patria potestà. Per farsi accompagnare da persona diversa, non indicata nella tessera di riconoscimento, il minorenne dovrà acquistare un secondo titolo di viaggio agevolato;
     tariffa ridotta al 20%.


MINORENNI PORTATORI DI HANDICAP TITOLARI DI INDENNITA' SPECIALE IN FAVORE DEI CIECHI CIVILI PARZIALI
, prevista dall'art. 3 della legge 21.11.1988 n. 508, con i rispettivi esercenti la patria potestà. Per farsi accompagnare da persona diversa, non indicata nella tessera di riconoscimento, il minorenne dovrà acquistare un secondo titolo di viaggio agevolato;
     tariffa ridotta al 20%.


MINORENNI PORTATORI DI HANDICAP TITOLARI DI INDENNITA' DI COMUNICAZIONE IN FAVORE DEI SORDI PRELINGUALI
, prevista dall'art. 4 della legge 21.11.1988 n. 508, con i rispettivi esercenti la patria potestà. Per farsi accompagnare da persona diversa, non indicata nella tessera di riconoscimento, il minorenne dovrà acquistare un secondo titolo di viaggio agevolato;
  tariffa ridotta al 20%.


PENSIONATI NON CONIUGATI DI ETA' SUPERIORE AI 60 ANNI
(celibe, nubile, vedovo/a, divorziato/a con sentenza passata in giudicato), con un trattamento economico da pensione non superiore al minimo I.N.P.S., esclusi gli importi integrativi di cui agli artt. 1, 2 e 6 della Legge 29.12.1988, n. 544 e privo di altri redditi propri, con esclusione del reddito relativo alla casa di abitazione;
     tariffa ridotta al 20%.


PENSIONATI CONIUGATI DI ETA' SUPERIORE AI 60 ANNI
con un trattamento economico da pensione non superiore al minimo I.N.P.S., a condizione che il cumulo dei redditi imponibili di qualsiasi natura percepiti dallo stesso e dal coniuge, al netto dell'imposta sul reddito delle persone fisiche, non risulti superiore a due volte l'ammontare del trattamento minimo del Fondo pensioni lavoratori dipendenti con esclusione del reddito della casa di abitazione e degli importi integrativi del trattamento minimo di cui agli artt. 1, 2 e 6 della Legge 29.12.1988, n. 544;
     tariffa ridotta al 20%.


CAVALIERI DI VITTORIO VENETO
con accompagnatore
     tariffa ridotta al 5%.


Le domande si possono presentare presso i seguenti punti di vendita aziendali (o all’ufficio protocollo dei Comuni non convenzionati), i quali provvederanno a trasmettere la documentazione alla Città metropolitana, che spedirà la tessera agevolata al richiedente:

MODELLI PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA ALLE AZIENDE DI TRASPORTO OD AI COMUNI CONVENZIONATI (formato PDF)

FRECCIADOMANDA all'ACTV per MAGGIORENNI

FRECCIADOMANDA all'ACTV per MINORENNI

FRECCIADOMANDA all'ATVO per MAGGIORENNI

FRECCIADOMANDA all'ATVO per MINORENNI

FRECCIADOMANDA al COMUNE per MAGGIORENNI

FRECCIADOMANDA al COMUNE per MINORENNI


da presentare presso gli sportelli ACTV-AVM

VENEZIA - P.le Roma

Lido Santa Maria Elisabetta c/o approdo Actv

MESTRE - Piazzale Cialdini - Via Lazzari, 32 

DOLO - Via Matteotti 15H

SOTTOMARINA - Viale Europa 2/C

da presentare presso gli sportelli ATVO

SAN DONA' DI PIAVE - piazza IV Novembre 8

JESOLO - Via Equilio 15

PORTOGRUARO - via Diaz

VENEZIA - Santa Croce 497/6, P.le Roma

MESTRE - via Cappuccina 183

PUNTA SABBIONI - piazzale Punta Sabbioni, - Rivendita tabacchi n°109 "Jessi"

CAORLE - Corso Chiggiato

 

torna su

trasporti@cittametropolitana.ve.it